Blog, Letteratura

“Crediamo che la nostra felicità dipenda dagli altri, dal potere che esercitiamo su di loro, dalla nostra volontà di controllo. Ma come potremmo dare all’altro benessere e felicità se noi per primi non siamo soddisfatti dell’esistenza che conduciamo?” Da La Quercia di Sunny Valerio. (Prossimamente recensione su Puglia Eccellente).

Blog, Letteratura

Ci sono stati altri santi la cui anima non era meno pura e nobile, ma di loro ci si ricorda ormai poco; lui invece è stato un bambino e un poeta, un maestro e un insegnante dell’amore, un umile amico e fratello di ogni creatura, e se gli uomini lo dimenticassero dovrebbero parlare di lui pietre e sorgenti, fiori e uccelli. Perché come ogni vero poeta, Francesco assimiló il fascino di tutte queste cose, che erano state coperte di peccato e di incomprensione e le dischiuse, nuove, davanti ai nostri occhi nella loro originaria, pura bellezza.

Da Francesco d’Assisi di Hermann Hesse.

Blog, Letteratura

Finito. È stata una lettura lunga, solo per mia fatica a concentrarmi, in altri momenti l’avrei divorato. Ho voluto tanto leggere questo libro perché dopo aver visto lo spettacolo teatrale, tratto da questa biografia, ho sentito molto vicina a me la personalità di Elsa Schiaparelli, il suo eclettismo, la sua profondità d’animo, la sua generosità, era infatti una donna molto prodiga verso il prossimo. Ha costruito un impero che poi però è caduto un po’ nel dimenticatoio. È una bella lettura. La consiglio.

Blog, Letteratura

Una interessante riflessione da La saggezza del mare di B. Larsson. E in aggiunta consiglierei la lettura di pagina 13 dove lo scrittore svedese non fa un quadro lusinghiero né dell’affabilità del popolo scandinavo e nemmeno degli usi e costumi che hanno. Questo per dire che non è tutto oro ciò che luccica.

Blog, Letteratura

“Essendo mortale”, dichiarò, “io invecchio. È una delle condizioni della vita in questa dimensione che l’esistenza debba avere un inizio e una fine. Le membra perdono agilità, i muscoli diventano più fibrosi, le ossa si calcificano, lo spirito manca di freschezza, la capacità di meravigliarsi è sempre meno frequente. E tuttavia, ogni volta che ricomincio a scrivere, Io cammino come prima, come Dio nel Paradiso Terrestre, nell’ora più fresca del giorno”. Da Nina di Robert Nathan.
Illustrazione di Pete Revonkorpi “The writer and the reader”